Come cucinare e gustare il tartufo: le ricette dello chef Cannavacciuolo


Posted on 28th November, by Hotel Villa Crespi in eventi, In Evidenza Home Page. No Comments

Come cucinare e gustare il tartufo: le ricette dello chef Cannavacciuolo

Il tartufo e Antonino Cannavacciuolo
…Come cucinare gustare al meglio il sapore e l’aroma del tartufo….

La collaborazione tra Villa Crespi e la Locanda del Pilone, ha dato a Cannavacciuolo l’occasione perfetta per approfondire ed integrarsi al meglio in quella che è la pregiata realtà del tartufo d’Alba.

Con la maestria e la grazia che lo distinguono, Antonino, riesce a creare portate affascinanti ed intriganti rese più che mai raffinate dal profumo e la grazia del sapore del tartufo bianco.

Come tipico della sua filosofia e del suo stile, lo Chef Antonino Cannavacciulo abbina quanto offerto dalla terra delle Langhe ai profumi del Mediterraneo, giocando e divertendosi a stuzzicare i palati dei commensali con proposte che dal periodo autunnale sono rese più che mai singolari dalla raffinatezza dei tartufi.

Contrariamente a quanto si possa pensare, i tartufi, non si trovano soltanto in Piemonte, ma in molte altre regioni d’Italia; Cannavacciuolo prediligie per la sua scuola di cicina trapiantata nelle Langhe, tartufi piemontesi, in particolar modo quelli provenienti dalla zona di Alba.

I tartufi crescono prevalentemente nei luoghi più umidi, dalle boscaglie ai fossi, ma quelli maturati nelle dolci e soavi colline delle Langhe, a differenza di quelli provenienti da zone pietrose e sassose hanno un sviluppo più naturale che gli consente di raggiungere una forma più regolare e di conseguenza, un maggior valore commerciale.

Grazie alla caratteristica composizione organolettica del territorio questi tartufi possono considerarsi unici nella forma, nel sapore e nel profumo: insieme di caratteristiche che li rendono “eletti” tra gli ingredienti ed i gusti dello Chef.

Per la scelta dei prodotti migliori, Antonino si rivolge a un “trifolau” di fiducia (ossia cercatore di tartufi, che conosce le zone migliori, evita i cani che possono danneggiare il prezioso fungo ipogeo (Tuber magnum Pico) e lo mantengono nelle migliori condizioni fino alla consegna.

I migliori tartufi, come le gemme più preziose, ad arricchire magiche portate…il tutto proposto nel Ristorante di Villa Crespi e alla Locanda del Pilone….regni incontrastati dalla mano e la fantasia di Cannavacciuolo





Leave a Reply



La Nostra Filosofia


...il Mediterraneo,
in visita al lago,
s'innamorò delle Alpi e
decise di portar
loro in dote
i suoi preziosi sapori...

Antonino Cannavacciuolo
Grand Chef
Relais & Chateaux

Le fabbriche del design italiano attorno al lago d’Orta

Vanto dell’artigianato della zona del Verbano-Cusio-Ossola sono sicuramente le aziende produttrici di complementi di arredo, casalinghi, pentole e utensileria da cucina.

Dagli inizi del secolo...

Eremo di Santa Caterina sul lago Maggiore

A Leggiuno, sul lago Maggiore, l’immensa bellezza di questo luogo mistico attrae numerosi visitatori ogni giorno. La leggenda narra che il mercante Alberto Besozzi,...

Cannavacciuolo Café & Bistrot di Novara

Nella cornice del teatro Coccia, principale teatro lirico di Novara ,nonché il più importante del Piemonte , da sempre fulcro della vita sociale e...

La splendida città di Arona sul lago Maggiore

Arona, una piccola cittadina che si affaccia sulle sponde del Lago Maggiore a 30 minuti da Villa Crespi, da sempre la faccia della sofisticata...

Mostra Locus Amoenus sul lago d’Orta

Cusio Artist Residency Space ha il piacere di presentare “Locus Amoenus“ una mostra a cura di Fabio Carnaghi sul lago d’Orta.

Partendo da una suggestione...

“Le stelle sul Lago d’Orta 2017″ a Pettenasco: un evento imperdibile!

Dodici  volte le Stelle sul Lago d’Orta.

Quest’anno la cena che unisce alta cucina e solidarietà ha come super ospite la chef Antonia Klugman.

 

Sarà...

La magia della passeggiata a cavallo attorno al lago d’Orta

Da sempre il cavallo è stato il perno della vita quotidiana dell’uomo.

Riscoprirne la profonda sensibilità di questo animale, sentire la sensazione di libertà e...