Le camelie in mostra sul Lago Maggiore


Posted on 27th February, by Villa Crespi in In Evidenza Home Page, territorio. No Comments

Le camelie in mostra sul Lago Maggiore

Il 24 e il 25 marzo due mostre coloreranno Verbania e Cannero Riviera con la singolare bellezza della Camelia del Lago Maggiore e promuoverne a tutti la conoscenza e la sua cultura

A tutti gli appassionati e i collezionisti consigliamo di segnare in agenda il week-end del 24 marzo per fare una gita fuori porta e visitare le splendide collezioni di camelie custodite nei parchi di Villa Taranto a Verbania , Isola Bella e Isola Madre a Stresa e i giardini di Cannero Riviera aperti per la 46° mostra nazionale della Camelia.
Saranno esposte più di trecento varietà rare e insolite con mostre di composizioni floreali, vendita di libri, laboratori didattici, degustazioni di tè ricavati direttamente dalle foglie di camelia sinensis e visite guidate.
La camelia ha trovato sul lago maggiore un nido di crescita ideale grazie al clima temperato-umido e all’acidità del terreno.
Il tutto ha permesso di realizzare il marchio “Fiori Tipici del lago Maggiore” per comprovare l’origine e la provenienza delle piante prodotte dai floricoltori del lago.

Curiosità sulla Camelia
Ricca di affascinanti curiosità la camelia deve il nome al missionario gesuita George Joseph Kamel, vissuto tra il 1661 e il 1704. Grazie alla sua caratteristica di vivere centinaia di anni, la camelia è considerata simbolo di immortalità ed ancora oggi viene piantata dei giardini dei templi buddisti. Giunse in Italia nel 1760 nel giardino della Reggia di Caserta grazie all’amicizia con l’Inghilterra e in Europa divenne di gran moda nell’Ottocento quando le signore dell’alta società la usavano come ornamento dei propri abiti. Venendo a tempi più recenti, Coco Chanel scelse questo fiore come simbolo della sua prestigiosa Maison d’abbigliamento d’alta classe.
Nel linguaggio dei fiori la camelia è sinonimo di perfetta bellezza e superiorità non esibita e se regalata è segno di stima.

Ecco qua ottimi spunti per una gita nel nostro territorio a pochi passi da Villa Crespi!





Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *



La Nostra Filosofia

...il Mediterraneo, in visita al lago, s'innamorò delle Alpi e decise di portar loro in dote i suoi preziosi sapori... Antonino Cannavacciuolo Grand Chef Relais & Chateaux

La fondazione Calderara: il museo d’arte sul lago d’Orta

La fondazione Calderara nacque il 10 gennaio 1979 per volontà del pittore Antonio Calderara che già ancora quando era in vita decise di aprire...

Il gorgonzola novarese

Il formaggio Gorgonzola è sicuramente ciò che possiamo definire “orgoglio Italiano”; un prodotto d’eccellenza con una forte identità culturale, tipico del nord, riconosciuto dall’Unione...

Il cachemire e il tessile attorno al lago d’Orta

Nella zona della Valsesia sono numerose le aziende specializzate nel cachemire e nei tessuti di lusso. A guidare queste realtà un unico denominatore comune:...

Laveno e il suo presepe sommerso

Nel comune di Laveno Mombello, situato in un’insenatura del Lago Maggiore con vista suggestiva sulle isole Borromee e sull’intera catena del Monte Rosa, è...

La montagna tra i due laghi: il Mottarone

Con i suoi 1.491 metri d’altitudine, il Mottarone divide il Lago d’Orta dal Lago Maggiore ed è per questo conosciuto come la montagna dei...

Villa Crespi in GQ Usa

A member of Relais & Chateaux, Villa Crespi is so much more than a luxury hotel lying above Orta, the most romantic of all...

La grappa novarese

Presso il Relais et Chateaux Villa Crespi organizziamo visite private e per piccoli gruppi alla Casa Francoli di Ghemme, per far conoscere ai nostri...