Segni con le ali di Simonetta Ferrante


Posted on 2nd September, by Hotel Villa Crespi in In Evidenza Home Page, territorio. No Comments

Segni con le ali di Simonetta Ferrante

La Fondazione Antonio e Carmela Calderara chiude la stagione espositiva 2015 con la mostra di Simonetta FerranteSegni con le ali”, una rassegna curata da Elisabetta Longari che documenta il lavoro di un’artista poliedrica che ha saputo rendere il sentimento con lieve spiritualità intrecciando parole e inventando segni grafici di grande effetto plastico.

In mostra un selezionato nucleo di opere -olii, tecniche miste, collages, monotipi e acquarelli- realizzate a partire dalla fine degli anni ’90, frutto di una raffinata ricerca calligrafica che costituisce il nucleo principale della suo lavoro.

Nel lavoro di Simonetta Ferrante infatti il segno calligrafico è il vero e indiscusso protagonista. Come afferma Elisabetta Longari nel testo in catalogo: “l’artista deriva il proprio linguaggio a partire dalle esperienze segniche legate a una sorta di “modello” di scrittura e di alfabeto, però completamente sganciato dalla parola come significato, per farne invece esplodere i valori di puro significante”.

Per l’artista milanese questa mostra ha il sapore del ritorno ai luoghi dell’infanzia e dell’adolescenza quando, sfollata con la famiglia a Vacciago a causa della guerra, fu mandata “a bottega” dal maestro Antonio Calderara e sotto la sua guida mosse i primi passi nel mondo dell’arte. La Fondazione ha voluto ricordare e fare un omaggio a questo rapporto fecondo che ha generato in Ferrante un’autentica passione per l’arte anche se la sua ricerca si è orientata in una direzione diversa rispetto a quella del maestro.

Il lavoro della Ferrante si distingue per una straordinaria continuità che le ha permesso di attraversare la seconda metà del Novecento fino a tutto il primo decennio dei 2000 passando dalla professione di progettista grafico alla pittura, dalla calligrafia alla sperimentazione artistica. Un percorso in cui si ritrovano costantemente forma, colore, segno scrittorio pur nella ricchezza di una produzione che conta artefatti di natura varia: dal monotipo al marchio, dal manifesto al libro d’artista, al packaging, alla pittura.

L’esposizione occupa le sale delle mostre temporanee, affacciate sullo spazio verde della secentesca sede della Fondazione Calderara a Vacciago sul lago d’Orta, dove è custodita ed esposta la collezione di respiro internazionale che l’artista ha costituito nel corso della sua vita.

Sarà disponibile il catalogo della mostra con testo di Elisabetta Longari.

 

Inaugurazione: sabato 5 settembre 2015 ore 17. Sarà presente l’artista.

FONDAZIONE ANTONIO E CARMELA CALDERARA, VACCIAGO DI AMENO

www.fondazionecalderara.it   

via Bardelli 9, tel.0322 9981920322 998192 Vacciago di Ameno (NO)

Apertura Fondazione: dal 15 maggio al 15 ottobre

 

Ingresso gratuito

da martedì a venerdì: 15.00/19.00

sabato e domenica: 10.00 /12.00 – 15.00 / 19.00

lunedì chiuso

 

Ufficio Stampa:

– Segni con le ali – Simonetta Ferrante

Emanuela Filippi / Eventi e Comunicazione

02 4547 9017  -392 3796 688

eventiecomunicazione@gmail.com – emanuela.ufficiostampa@gmail.com

– Fondazione Antonio e Carmela Calderara

Anna Alemani

338 3075244338 3075244

aalemani@libero.it – annina.alemani@gmail.com

 

Indicazioni stradali:

Vacciago è una frazione di Ameno. Per arrivarci si prende l’autostrada dei laghi, direzione Varese, fino all’uscita di Gravellona Toce ARONA, dopo il casello girare a sinistra, seguendo le indicazioni Lago d’Orta, Invorio, Armeno, Ameno, e dopo località Lortallo, a sinistra, Vacciago.





Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *



La Nostra Filosofia

...il Mediterraneo, in visita al lago, s'innamorò delle Alpi e decise di portar loro in dote i suoi preziosi sapori... Antonino Cannavacciuolo Grand Chef Relais & Chateaux

La fondazione Calderara: il museo d’arte sul lago d’Orta

La fondazione Calderara nacque il 10 gennaio 1979 per volontà del pittore Antonio Calderara che già ancora quando era in vita decise di aprire...

Il gorgonzola novarese

Il formaggio Gorgonzola è sicuramente ciò che possiamo definire “orgoglio Italiano”; un prodotto d’eccellenza con una forte identità culturale, tipico del nord, riconosciuto dall’Unione...

Il cachemire e il tessile attorno al lago d’Orta

Nella zona della Valsesia sono numerose le aziende specializzate nel cachemire e nei tessuti di lusso. A guidare queste realtà un unico denominatore comune:...

Laveno e il suo presepe sommerso

Nel comune di Laveno Mombello, situato in un’insenatura del Lago Maggiore con vista suggestiva sulle isole Borromee e sull’intera catena del Monte Rosa, è...

La montagna tra i due laghi: il Mottarone

Con i suoi 1.491 metri d’altitudine, il Mottarone divide il Lago d’Orta dal Lago Maggiore ed è per questo conosciuto come la montagna dei...

Villa Crespi in GQ Usa

A member of Relais & Chateaux, Villa Crespi is so much more than a luxury hotel lying above Orta, the most romantic of all...

La grappa novarese

Presso il Relais et Chateaux Villa Crespi organizziamo visite private e per piccoli gruppi alla Casa Francoli di Ghemme, per far conoscere ai nostri...