STORIA DELLA FAMIGLIA CRESPI


Posted on 17th July, by Villa Crespi in territorio. 1 Comment

STORIA DELLA FAMIGLIA CRESPI

La storia della famiglia Crespi e della loro Villa sul lago d’Orta

Cristoforo Benigno Crespi, due anni prima dell’acquisto del terreno ad Orta San Giulio (nel 1877), aveva fondato un villaggio industriale operaio a Capriate (BG) poi chiamato in suo onore Crespi d’Adda, oggi patrimonio dell’UNESCO.

La famiglia Crespi era davvero ricchissima grazie al commercio del cotone e la sua innovativa lavorazione.

Cristoforo Benigno ebbe 5 figli:

Silvio Benigno – Bice – Maria – Daniele (che sperpererà in rovinosi investimenti gran parte dell’ingente patrimonio di famiglia) e Guido (che morì bambino).

Nel 1886 la famiglia Crespi lasciò Busto Arsizio per trasferirsi definitivamente in centro a Milano in uno splendido palazzo di via Borgonuovo. Cristoforo Benigno aveva 51 anni. Nel 1906 fu colpito da ictus cerebrale che lo menomò notevolmente.

Sarà il figlio Silvio Benigno, persona di grandissimo talento e caultura, che conosceva e parlava correttamente il francese, l’inglese e il tedesco, a prendere le redini dell’azienda, affiancando il padre, nel 1889, anno in cui la Villa Pia di Orta viene terminata, dopo 18 anni di lavori.

Silvio divenne anche deputato nel parlamento italiano dal 1899 al 1919. Morì nel 1944.

 

LA VILLA E I SUOI INTERNI

La splendida villa sul lago ospitava la famiglia Crespi durante i mesi estivi. Le decorazioni delle pareti sono quasi tutte in stucco a stampo di ottima qualità, secondo i metodi usati nei paesi islamici e in Andalusia. Tipici dell’arte moresca anche i numerosi “archi rialzati” che decorano i salotti interni.

Bellissimo il pavimento del vestibolo (oggi reception) realizzato in quel tipo di mosaico particolare detto “palladiana” o “seminato veneziano”, perché molto usato in Veneto nei secoli precedenti anche se l’origine del suo utilizzo è molto più antica. A fine ottocento la moda del “seminato” si diffonde in tutti i palazzi signorili.

Davvero splendide le 5 sale del piano terra, ognuna con rivestimenti differenti, tipica espressione dell’eclettismo di fine secolo.

Dall’alto del minareto-belvedere si può godere di una grandiosa vista sul lago e le montagne circostanti.

Per le bellissime colonne che decorano la villa (anche in esterno) sono stati usati marmi davvero pregiati, come: broccatello di Spagna (giallastro), il rosso di Francia, la lumachella di Svezia, il verde di Polcevera, il rosso di Levanto, oltre a preziosi diaspri di Sicilia.

Pare che il bellissimo parco (oggi molto ridotto e trasformato) sia stato progettato da Enrico Combi, arcifamoso architetto di giardini!

Una curiosità: il fratello di Cristoforo Benigno, Benigno Crespi, zio di Silvio Benigno, acquistò nel 1882 gran parte del Corriere della Sera, fondato pochi anni prima.

Diventerà in pochissimo tempo un importante quotidiano soppiantando il tradizionale “Secolo”. Continueranno i figli. L’ultima proprietaria del CdS è stata Giulia Mozzoni Crespi, futura presidente del FAI, che ha venduto a Rizzoli nel 1974.

 

Proprietà del palazzo:

Fino al 1929: famiglia Crespi

1929 – 1945 : Nobile Famiglia Fracassi Ratti Mentone di Torre Rossano, di cui assiduo frequentatore era Umberto di Savoia, futuro Re di Maggio!

1945 – 1949: Famiglia Cardano

Comitato Civico Nazionale

Centro di spiritualità

Dal 1990: Hotel e Ristorante





One Response to “STORIA DELLA FAMIGLIA CRESPI”

  1. luca says:

    Sono impressionato dalla qualit

Leave a Reply



La Nostra Filosofia


...il Mediterraneo,
in visita al lago,
s'innamorò delle Alpi e
decise di portar
loro in dote
i suoi preziosi sapori...

Antonino Cannavacciuolo
Grand Chef
Relais & Chateaux

Le fabbriche del design italiano attorno al lago d’Orta

Vanto dell’artigianato della zona del Verbano-Cusio-Ossola sono sicuramente le aziende produttrici di complementi di arredo, casalinghi, pentole e utensileria da cucina.

Dagli inizi del secolo...

Eremo di Santa Caterina sul lago Maggiore

A Leggiuno, sul lago Maggiore, l’immensa bellezza di questo luogo mistico attrae numerosi visitatori ogni giorno. La leggenda narra che il mercante Alberto Besozzi,...

Cannavacciuolo Café & Bistrot di Novara

Nella cornice del teatro Coccia, principale teatro lirico di Novara ,nonché il più importante del Piemonte , da sempre fulcro della vita sociale e...

La splendida città di Arona sul lago Maggiore

Arona, una piccola cittadina che si affaccia sulle sponde del Lago Maggiore a 30 minuti da Villa Crespi, da sempre la faccia della sofisticata...

Mostra Locus Amoenus sul lago d’Orta

Cusio Artist Residency Space ha il piacere di presentare “Locus Amoenus“ una mostra a cura di Fabio Carnaghi sul lago d’Orta.

Partendo da una suggestione...

“Le stelle sul Lago d’Orta 2017″ a Pettenasco: un evento imperdibile!

Dodici  volte le Stelle sul Lago d’Orta.

Quest’anno la cena che unisce alta cucina e solidarietà ha come super ospite la chef Antonia Klugman.

 

Sarà...

La magia della passeggiata a cavallo attorno al lago d’Orta

Da sempre il cavallo è stato il perno della vita quotidiana dell’uomo.

Riscoprirne la profonda sensibilità di questo animale, sentire la sensazione di libertà e...